Basta un click, condividi questo articolo con i tuoi amici

 

TIPS|STATS

Aprire un Sito eCommerce

Aprire un Negozio OnLine: perché e come iniziare

Bene, ci siamo. E’ ormai sotto gli occhi di tutti che è arrivato il momento di trovare nuovi strumenti in grado di contribuire ad incrementare il business della tua attività. Aprire un negozio online può rivelarsi la vera alternativa al business obsoleto, capace di aumentare il volume di vendita dei tuoi prodotti e di farti trovare nuove opportunità di guadagno.

In questo articolo descriverò le fasi fondamentali da seguire con attenzione se hai intenzione di aprire un negozio online e conquistare nuovi mercati nazionali ed internazionali.

Un utile Vademecum contenente le nozioni principali per aprire un negozio online.

Perché Aprire un Negozio OnLine

Dal “rapporto e-commerce in Italia 2014” (eCommerce: qual è la situazione in Italia?) si evince che “nel 2013 il settore dell’e-commerce è cresciuto del 18%: è il momento giusto, perché perdere questa opportunità?

Decidere di vendere online è la giusta soluzione per incrementare il volume d’affari della tua attività, ecco perché aprire un negozio online è la mossa più azzeccata del 2014.

Nuove opportunità di Business = Aumento del Volume d’Affari

Oggi più che mai abbiamo una nuova fetta di mercato da conquistare, in netta crescita nel 2013: gli utenti smartphone e tablet. Infatti il “rapporto e-commerce in Italia 2014” (eCommerce: qual è la situazione in Italia?) afferma che “entro il 2015 il 50% della popolazione europea effettuerà acquisti online” proprio grazie alla diffusione dei dispositivi mobili.

Come Aprire un Negozio OnLine

Aprire un negozio online richiede molta attenzione e impegno proprio come aprire un negozio fisico. Vediamo dunque quali sono i passi da seguire per aprire un negozio online, analizzando insieme punto per punto:

  1. Prodotto da Vendere OnLine

    Il prodotto da vendere è ovviamente la parte più importante. Fai un’indagine sulla concorrenza, annota e metti in evidenza i tuoi punti di forza e soprattutto chiediti sempre: perché comprare il tuo prodotto? Decidi dunque la strategia da utilizzare e rivedi per bene i prezzi di vendita confrontandoli con quelli degli eventuali concorrenti.

  2. Dominio, Hosting, E-mail e Sito E-commerce

    Per aprire un negozio online hai bisogno di un dominio (per esempio: www.apptokids.com), di uno spazio hosting, di caselle e-mail per la comunicazione con i clienti e di un Sito E-commerce.
    Una Web Agency seria può fornirti tutto questo e non solo: scegli una Web Agency innovativa considerando che con essa costruirai il futuro del tuo business.
    La Web Agency che scegli deve essere in grado di fornirti gli strumenti migliori per raggiungere i tuoi obiettivi di business e di realizzare un sito e-commerce utilizzando il sistema più affidabile, personalizzabile, compatibile ed innovativo in termini di funzionalità d’utilizzo con particolare attenzione verso gli utenti che utilizzano dispositivi mobili (smartphone e tablet).

  3. Scegli il Commercialista

    Come per un negozio fisico, anche per quello OnLine è obbligatorio passare dalla macchina burocratica (ahimè!) italiana. Quindi scegli un buon Commercialista facendo attenzione che sia “competente” in materia di vendita online e capace di toglierti qualsiasi dubbio in merito. Ecco in cosa ti sarà di aiuto il Commercialista: Partita IvaIscrizione alla Camera di Commercio, Fatturazione, Versamento Tasse, redazione delle Condizioni di Vendita e della Privacy Policy.

  4. Spese di Gestione

    Un negozio online ha dei costi decisamente ridotti rispetto ad un negozio fisico. Le spese di gestione si suddividono in 2 categorie:
    costi iniziali: apertura Partita Iva, Iscrizione alla Camera di Commercio, acquisto Dominio, acquisto Hosting e indirizzi E-mail, Realizzazione Sito E-commerce;
    costi fissi (mensili e periodici): commercialista, rinnovo dominio,  rinnovo hosting e indirizzi e-mail, campagne pubblicitarie online.

  5. La Pubblicità è l’anima del Commercio (cit. Henry Ford)

    Prevedi un budget mensile da destinare alle iniziative di pubblicità online tipo: Google AdWords, Facebook Adv, Comparatori di Prezzi (Kelkoo, TrovaPrezzi, etc.), negozio eBay, negozio Amazon e altri. Le spese pubblicitarie non sono obbligatorie per aprire un negozio online ma sono necessarie per incrementare il fatturato e raggiungere il target di riferimento. Considera inoltre che ogni canale pubblicitario online attivato può incrementare i costi fissi descritti nel punto precedente (4).

  6. Impegni Quotidiani

    Come tutte le attività commerciali anche un negozio online richiede degli impegni quotidiani. Gli impegni quotidiani principali e che comportano più attenzione, sono:
    – assistenza pre-vendita;
    – assistenza post-vendita;
    – gestione degli ordini;
    – gestione del sito e-commerce;
    – monitoraggio delle campagne pubblicitarie attive;
    – monitoraggio delle statistiche del sito e-commerce;
    – monitoraggio social network: attività di condivisione e fidelizzazione su Facebook, Google+, Twitter, Pinterest.

Aprire un negozio online richiede lo stesso impegno di un negozio fisico con costi minori.

Basta un click, condividi questo articolo con i tuoi amici